Crea sito

NAPOLI DA LODE!! Juve battuta

Merten Juventus (2)
Gli undici di Benitez impongono il proprio gioco sui bianconeri, concedendo pochissimo e mettendo in scena una delle migliori prestazioni stagionali.

Callejon Juventus

Trionfo azzurro nella notte del San Paolo, dove un Napoli aggressivo come raramente abbiamo visto ha disposto con una facilità quasi disarmante di una Juventus senza idee, ingabbiata dalle trame a tutto campo dei padroni di casa. Già prima del gol di Callejòn alla mezz’ora, pescato perfettamente da Insigne e bravo a deviare quanto basta per battere Buffon da pochi passi, i partenopei avevano già messo in chiaro quali fossero le proprie intenzioni; in dieci minuti Higuaìn e compagni ottengono cinque corner, scaldando i guanti dell’estremo difensore della nazionale più volte, specie con Hamsik; il cecoslovacco è sembrato più centrato rispetto alle ultime uscite, propositivo e rapido come ai tempi migliori, sacrificandosi molto in copertura su Pirlo e ripartendo con un buon ritmo, ma si è poi sciolto al momento di concretizzare l’unica palla gol che gli si è presentata tra i piedi, con un debole tiro dalla distanza nella ripresa. Resta comunque positiva la sua prova, come quella di tutta la squadra di De Laurentiis; pungenti in attacco e sorprendentemente puliti in ripiegamento i due terzini Henrique (riproposto dopo la superba partita con il Catania) e Goulham, che sfiora il gran goal su punizione nel secondo tempo. Sempre pericolosi ed in gran spolvero i gemelli diversi Insigne e Callejòn, con il napoletano autentica spina nel fianco di Caceres per più di un’ora, e il catalano ormai punto di riferimento dell’attacco azzurro, tra realizzazioni, incursioni e una notevole abilità difensiva, specie in fase di transizione avversaria. Partita di sacrificio per Higuain, che ha ben gestito il peso della difesa zebrata, sgomitando quando ce n’era bisogno e creando più di un grattacapo a Chiellini e Bonucci nel coprire gli spazi che l’argentino prontamente aggrediva. Di carattere anche la prestazione di Inler e Jorginho, che sebbene non appariscenti hanno garantito un buon filtro a centrocampo senza mai sbilanciarsi eccessivamente.
Dopo un primo tempo dominato, che sarebbe potuto terminare con un passivo di gran lunga più pesante, gli azzurri soffrono una leggera flessione a metà della ripresa, riuscendo però a contrastare le accelerazioni sulle fasce generate dai lanci di Pirlo e Vidal. Reina deve slanciarsi sia in uscita alta che in scivolata in un paio di occasioni, mostrando sempre una serenità che era forse venuta a mancare in occasione dei goal subiti specialmente in Europa.

Merten Juventus

Il raddoppio arriva con il superlativo Mertens, che sigla una rete da centravanti puro, di potenza, con il difensore arrampicato sulle sue spalle e girandosi con il guizzo giusto con il destro in diagonale per battere Buffon una seconda volta, dopo pochissimi minuti dal suo ingresso in campo a rilevare Hamsik.
Vano il tentativo di mescolare le carte in tavola da parte di Conte, con l’inserimento di Vucinic a venti dalla fine, grazie soprattutto alla regolarità e quadratura che Fernandez e Albiòl hanno mostrato per tutti i novanta minuti.
Splendida come da previsioni la cornice di pubblico, che si macchia però dell’unico neo della serata, un lancio di oggetti in occasione di un calcio d’angolo battuto da Pirlo, che costa la brevissima sospensione del gioco ad opera del signor Orsato.
Come per l’ultimo incontro, resta viva seppur fievole la speranza di agguantare la Roma al secondo posto, con i giallorossi che hanno travolto il Sassuolo fuori casa nell’incontro all’ora del caffè. Dopo un successo come quello di stasera, però, si può anche non pensarci.
Carlo Carnevale
CasaNapoli24

The following two tabs change content below.
CasaNapoli24 nasce per chi, come noi, non solo sente l'esigenza di essere informato 24 ore al giorno, ma desidera anche scrivere, commentare ed essere PROTAGONISTA